Le fasi di produzione

Il caffè appena raccolto in bacche, separato il frutto dal seme, lavato e asciugato è di colore verde. Lascia le piantagioni delle terre lontane in sacchi di juta per iniziare il percorso della sua metamorfosi fino ad arrivare fumante nelle nostre tazzine.

La selezione: la prima indispensabile attività.

E questa la prima importante fase dove vengono eliminati i corpi estranei e i chicchi danneggiati per poi proseguire con la selezione dei chicchi per colore e grandezza.

La miscelazione: una sinfonia di aromi.

In funzione dell’Origine, il caffè presenta delle caratteristiche differenti per aroma, gusto, qualità e persistenza, ogni origine ha i suoi pregi e i suoi difetti. È l’arte della miscelazione che lo rende unico e solo una profonda conoscenza delle caratteristiche può dare vita ad una miscela che, come una sinfonia, riesce a creare con le diverse specie il perfetto equilibrio degli aromi e dei sapori.

La tostatura: Un segreto scottante.

Ogni torrefattore ha i suoi segreti, le sue ricette che spesso sono tramandate tra le varie generazioni, costituiscono un patrimonio. La Tostatura richiede esperienza e maestria nel trovare la giusta temperatura per il giusto tempo ed ottenere un caffè dal profilo aromatico unico e riconoscibile.

Il confezionamento: il coronamento di un caffè d’autore.

Chi ama il caffè sa che aroma e sapore sono tutto. Un caffè appena tostato e macinato sprigiona un profumo ed un aroma che deve essere conservato confezionandolo immediatamente. È fondamentale in questa fase l’utilizzo di particolari tecnologie di confezionamento e un packaging in grado di mantenere inalterate le caratteristiche del prodotto anche per 24 mesi.